la Gioconda – ovvero il ritratto di Monna Lisa

Parigi. Louvre. Ala Denon. Primo piano. Sala n° 6:

la Gioconda, ovvero il ritratto di Monna Lisa.

Forse c’è qualcosa oggi, o da qualche tempo a questa parte, che si muove sotterraneamente per corroderne l’immagine, per insidiarne il primato assoluto, per inabissarne anche l’identità artistica?

Nessuno può rispondere con certezza a questa domanda, certo è, però, che qualcosa manovra in questo senso. Tenteremo di capire, perché ancora la Gioconda ci interroga, benché lo faccia col suo eterno silenzio di oggetto che ci ostiniamo a chiamare ‘arte’, trascinando inevitabilmente con sé e il suo autore e il concetto di artista e di genio, e cinque secoli di storia, di storia dell’arte, di cultura con i suoi enigmi mai svelati e le sue avvincenti leggende.

Pippo Lombardo, Il Silenzio della Gioconda pagg. 208 – con-fine edizioni, 2012 – € 13,00

Precedente Francesco Marotta Successivo Un fiore - nelle stagioni di Sara Segreti